">
  • Spedizione gratuita
  • Pagamenti sicuri
  • Made in Italy
  • Reso facile

In estate: stimola la melatonina per dormire meglio!


Dopo aver scoperto come dormire bene con il caldo,
per assicurarci un buon riposo, sia in estate che in inverno, dobbiamo fare i conti con molte variabili,
da una parte ci sono componenti esterne come la temperatura della stanza, un materasso di ottima qualità, cuscini comodi, una dieta equilibrata, dall’altra non possiamo dimenticarci di quelle interne al nostro organismo come
la melatonina.
Questa sostanza conosciuta proprio come “ormone del sonno” comunica al nostro corpo quando è l’ora di riposare, quindi, va da sé, che diventa fondamentale stimolare la melatonina per dormire sempre meglio.
Ma non perdiamo altro tempo e scopriamo come farlo in modo del tutto naturale!

Cos’è la melatonina?

Prima di capire cosa dobbiamo fare per aumentare la presenza di questa sostanza nel nostro organismo,
cerchiamo di capire veramente cos’è la melatonina, come funziona, quali benefici ci porta e soprattutto
il perché durante la stagione estiva possiamo farne una bella “scorpacciata”.
La melatonina è una sostanza chimica naturale prodotta dal nostro corpo.
È secreta dalla ghiandola pineale nel cervello ma si trova anche in altre zone, come il midollo osseo, gli occhi e l’intestino. La melatonina agisce sull’ipofisi, ovvero l’area del cervello adibita al sonno.

Come funziona la melatonina?

La melatonina opera al ritmo circadiano del corpo.
Ovvero, l’orologio biologico del nostro corpo che scandisce le nostre sensazioni di sonno, veglia e la fame.
Questo ormone amico del sonno regolando la temperatura corporea, la pressione sanguigna e il livello di ormoni, aiuterebbe il corpo a rilassarsi e ad addormentarsi più facilmente.

Melatonina per dormire: 5 consigli naturali per stimolarla al meglio!

Se è vero quindi che la melatonina aiuta a dormire meglio non c’è da perdere tempo e
seguire dei piccoli accorgimenti per cercare di stimolarne in modo corretto la produzione.
Anche se questa sostanza è diventata un integratore, ci sono molti metodi della nonna, che di sonno se ne intende, che fanno al caso nostro.

1 Sole

Il sole è un elemento importantissimo per regolare la produzione di melatonina.
Se d’inverno siamo costretti a stare lunghe ore in luoghi “chiusi”, i mesi estivi fortunatamente ci corrono in soccorso.
L’estate infatti è la stagione giusta per farsi lunghi bagni di sole, con la giusta protezione quindi, non esitiamo!
Nello specifico, i nostri occhi assorbono l’impulso luminoso del sole e, grazie al nervo ottico,
passano la luce all’ipotalamo, poi al midollo spinale e infine all’epifisi.
La luce del sole, unico elemento naturale riconosciuto dal corpo umano, agisce quindi come segnale per l’epifisi che comincia a produrre melatonina.

2 Ciliegie

Tra i tanti frutti, c’è ne uno che fa subito estate: la ciliegia!
Questi gustosi frutti, oltre ad attirare tutti i golosi, sono anche ricchi di melatonina,
è per questo che durante la stagione estiva dobbiamo farne una bella abbuffata e non sentirci per nulla in colpa perché lo stiamo facendo per il nostro riposo!

3 Semi di anguria

Alcuni semi di frutta e di verdura sono ricchi di melatonina e agenti antiossidanti che rafforzano l’organismo
oltre a favorire il riposo. Seguendo la stagionalità vi consigliamo di provare quelli di anguria.

4 Pomodori e mais

La nostra dieta estiva può aiutarci a produrre melatonina per dormire meglio!
E con questo caldo, che cosa c’è di meglio di una bella insalata fresca di pomodori e mais!?
Sia il mais che il pomodoro infatti sono alimenti molto indicati per migliorare la qualità del sonno, ricchi dimelatonina sono un ottimo aiuto per favorire il rilassamento del corpo prima di andare a dormire.

5 No alla luce artificiale!

La luce del sole, come detto sopra, è il nostro metronomo naturale che gestisce i ritmi dell'organismo.
Secondo recenti ricerche, la luce artificiale proveniente da schermi luminosi e dispositivi elettrici invece ridurrebbe la produzione di melatonina.
Nel dubbio, per riposare bene, sempre meglio limitare l’utilizzo di tablet, cellulari, schermi luminosi ecc. prima di addormentarsi.