• Spedizione gratuita
  • Pagamenti sicuri
  • Made in Italy
  • Reso facile
yoga per dormire bene

Lo yoga prima di dormire: rilassa mente e corpo


Stress, ansia e nervosismo ci impediscono di godere del giusto e sano riposo notturno. Praticare dello yoga prima di dormire può aiutarci a rilassare corpo e mente per migliorare la qualità del sonno. Scopriamo insieme 5 efficaci esercizi yoga per combattere lo stress e ritrovare l’equilibrio perduto. Giornate frenetiche, piene di impegni lavorativi e famigliari che ci portano a subire ritmi stressanti, vanno sempre più ad influire sulla qualità del nostro stile di vita. Stress, nervosismo e ansia, pervadono il nostro organismo creando turbamento fisico e mentale, così liberarsene non risulta per niente facile. Queste tensioni impediscono al nostro corpo di rilassarsi e non ci lasciano in pace nemmeno la notte, andando così a disturbare il nostro riposo. Girarsi e rigirarsi nel letto, svegliarsi più volte a notte, non giova alla nostra salute anzi, non dormendo bene e non riposando le giuste ore, possiamo facilmente incappare in tutte quelle conseguenze negative che incidono sul nostro fisico e sull'umore. E allora, che cosa possiamo fare per combattere questi disagi e cercare di dormire bene? Una soluzione efficace per attenuare le tensioni fisiche ed emotive, è quella di praticare dello yoga prima di coricarsi. Scopriamo come e perché.

Perché fare yoga prima di dormire?

Lo yoga, antica disciplina orientale nata in India 5000 anni fa, rappresenta un valido aiuto per rilassare corpo e mente. Tramite la meditazione e il rilassamento, questa attività aiuta a distendere i muscoli, liberare la mente alleviando ansia, stress e preoccupazioni. Lo yoga agisce e apporta benefici a tutto il nostro corpo tramite esercizi di respirazione e postura, lavora sulle ossa, sulle articolazioni, sui muscoli, ma anche sugli organi interni e sulla circolazione. Praticandola con regolarità, questa disciplina diviene “un percorso di crescita” che ci porta, oltre ad annullare lo stress e potenziare la nostra muscolatura, ad interpretare e conoscere al meglio il nostro corpo e la nostra energia vitale. Calmare la mente e gestire al meglio le nostre energie ci porta a vivere in armonia con noi stessi e con tutto ciò che ci circonda. Se tramite lo yoga è quindi possibile rigenerare e rilassare il nostro organismo a 360°, la scelta del momento della giornata in cui praticare questa disciplina è cosa fondamentale e da non sottovalutare, per arrivare a raggiungere tutti i benefici. Generalmente, praticando yoga al mattino, godremo di effetti energizzanti; altresì, mettendo in pratica esercizi durante le ore serali, ci aiuterà ad eliminare ansie e preoccupazioni accumulate durante tutta la giornata, a ritrovare la pace interiore per dormire meglio e passare una notte più serena e tranquilla. Tuttavia non dimentichiamo mai che, dopo aver praticato yoga, per dormire bene è indispensabile riposare su un materasso di qualità come il nostro 2 Strati Monozona. Un materasso che permette un riposo naturale e accogliente grazie allo strato superiore in memory foam.

5 esercizi yoga per dormire bene

Passando dalla teoria alla pratica, andiamo a scoprire quali “asana”, che in sanscrito significa "posizioni", possono aiutarci a rilassare la mente, ritrovare il naturale fluire del respiro e liberare il corpo dalle tossine e da ogni rigidità. Il rilassamento yoga parte dalla respirazione Prima di iniziare l'esercizio e attuare le migliori posizioni yoga per dormire, ricordiamoci di concentrarci sul respiro. Imparare a controllare il proprio ritmo respiratorio è fondamentale per facilitare il rilassamento e l'addormentamento.

  1. Respirazione alterna: seduti a gambe incrociate, respiriamo lentamente con il diaframma. Portiamo la mano destra davanti al viso e appoggiamo la punta dell’indice e del medio sulla fronte, sopra all’attacco del naso. Tappando con il pollice la narice destra, inspiriamo solo con la sinistra; poi liberiamo la narice destra e tappiamo quella sinistra ed espiriamo dalla narice destra. Continuiamo inspirando ed espirando lentamente per almeno 10-15 minuti.
  2. Posizione Viparita Karani: dopo la respirazione, per rilassare e liberare il corpo dallo stress è fondamentale riattivare una buona circolazione sanguigna. Sdraiamoci a terra vicino ad una parete, solleviamo e appoggiamo le gambe al muro, distendiamo la colonna vertebrale e respiriamo lentamente. Rilassiamo collo e addome, manteniamo la posizione per 10-15 minuti.
  3. Posizione della foglia: esercizio di meditazione, questa asana aiuta a rilassare soprattutto la colonna vertebrale. Per effettuarla, mettiamoci in ginocchio, seduti sui talloni. Divaricando leggermente le ginocchia distendiamoci in avanti con la schiena senza piegare il capo durante tale movimento. Per completare la posizione, appoggiamo la fronte a terra e posizioniamo le braccia lungo i fianchi. Rimaniamo e respiriamo profondamente per alcuni minuti.
  4. Le torsioni: per allontanare le tensioni dalle spalle e dalla schiena, eseguiamo una semplice torsione. Seduti a gambe incrociate, ruotiamo il busto a destra e posizioniamo la mano sinistra sul ginocchio destro. Mantenendo la colonna eretta, fissiamo un punto dietro di noi. Respirando dolcemente e lentamente, ripetiamo l'esercizio dall'altra parte quante più volte si vuole.
  5. Posizione del gatto: per eseguire questa ansana dobbiamo metterci “a gattoni”, appoggiando i palmi delle mani a terra, quindi mettiamoci a quattro zampe con la schiena distesa. Inspiriamo profondamente, inarchiamo la schiena formando una curva concava e teniamo la posizione per qualche secondo. Dopodiché inspirando inarchiamo la spina dorsale nella direzione opposta. Ripetiamo per 10 sequenze questo esercizio.

Come scegliere una musica rilassante per fare yoga?

Per conciliare il sonno ed il relax, possiamo eseguire gli esercizi di yoga con un sottofondo musicale rilassante. Infatti, quando ci dedichiamo allo yoga, è importante che l'ambiente che ci circonda sia accogliente e adatto a stimolare un senso di armonia e pace. La musica scelta per lo yoga, deve saperci cullare ed accompagnare tra le dolci onde del relax. Creare una playlist, studiata appositamente per questo, risulta fondamentale per influenzare positivamente il nostro stato d’animo e per raggiungere un rilassamento completo. Tra le più gettonate troviamo:

  • musica tradizionale indiana;
  • musica classica;
  • musica ambient: un insieme di suoni della natura, come per esempio lo scroscio dell'acqua, il cinguettio degli uccelli, il soffio del vento o il rumore delle onde del mare.