Come dormire bene con le tisane

ULTIMI SCONTI DELL'ANNO: La tua occasione per acquistare al 25% di sconto i tuoi Materassi, Cuscini, Complementi e reti. Lo sconto termina giovedì 22 Dicembre. (Sconti applicati al carrello, non cumulabili con carte sconto)

come-dormire-bene-con-le-tisane

Come dormire bene con le tisane

Le tisane sono un valido alleato per dormire bene e per favorire il rilassamento. Scopriamo quali sono quelle più indicate per il riposo notturno.

Negli ultimi anni sempre più persone hanno difficoltà a prendere sonno e si ritrovano a trascorrere la notte con gli occhi sbarrati, rigirandosi nel letto. Questo può dipendere da molte cause e la frenesia a casa e a lavoro, l’ansia, lo stress, il peso delle responsabilità sono tutti fattori che aumentano la fatica ad addormentarsi.

Per risolvere questo problema, possiamo affidarci a dei medicinali, ma si tratta di rimedi che hanno effetti collaterali e che, a lungo andare, possono danneggiare il nostro organismo. La natura ci viene in soccorso e ci offre tante soluzioni per dormire bene e per favorire il sonno: una di queste sono le tisane e gli infusi. Una bevanda calda prima di coricarsi aiuta a rilassarsi, a distendere i muscoli, a digerire e pertanto anche a riposare meglio.

Se anche a te è capitato di perdere le ore a contare le pecore senza successo, scopri quali sono le tisane più indicate per prendere sonno con più facilità e per dormire bene.

Tisana alla valeriana

La valeriana è considerata da sempre l’erba più adatta a rilassarsi e per alleviare i disturbi causati da ansia e stress. Possiede infatti proprietà sedative e ipnoinducenti, quindi ottime per indurre il sonno.
In commercio si trova la radice della valeriana tagliata in piccoli pezzi e per assumerla basta scaldare una tazza di acqua calda, lasciare in infusione un cucchiaino raso per circa dieci minuti e filtrare con un colino a maglia fine oppure con un panno di cotone con una trama molto stretta.

Camomilla

La camomilla è uno dei rimedi naturali più conosciuti per risolvere problemi di insonnia ed è una delle bevande più popolari per grandi e piccini. La possiamo trovare in ogni supermercato, ha un sapore delicato e piacevole, soprattutto se dolcificata con un po’ di miele.
La camomilla è indicata soprattutto dopo un pasto abbondante per dare sollievo allo stomaco e per aiutare la digestione, dato che ha la capacità di rilassare i muscoli. Se hai esagerato un po’ a cena, bevine una bella tazza calda e dormirai come un bambino.

Tisana al tiglio

Oltre ad avere un odore delizioso, i fiori del tiglio hanno proprietà rilassanti e calmanti, quindi adatte a combattere l’insonnia in maniera naturale. Per preparare una tisana al tiglio ti basterà essiccarne i fiori e metterli in infusione con l’acqua calda per circa dieci minuti e poi filtrare il tutto; ti consigliamo di berla a piccoli sorsi per godere al massimo dei benefici.

Tisana alla lavanda

La lavanda ha di per sé un profumo molto rilassante e infatti ti consigliamo di procurarti l’olio essenziale e di versarne qualche goccia sul cuscino che usi per dormire oppure nella vasca da bagno piena di acqua calda in cui poi ti immergerai per una decina di minuti. Oltre a questi rimedi, i fiori di lavanda si usano per preparare delle tisane calmanti. Versa uno o due cucchiaini in una tazza, copri con acqua calda, lascia in infusione per dieci minuti, filtra e la tua bevanda rilassante è pronta!

Il consiglio in più per dormire bene con le tisane

La preparazione di una tisana o un infuso è piuttosto semplice, ma ci sono alcune regole da rispettare per godere appieno del gusto della bevanda.

– Scalda l’acqua, ma non farla bollire;
– Versa l’acqua in una tazza, aggiungi le erbe sfuse oppure le bustine già pronte e lascia in infusione per il tempo indicato sulla confezione. Durante questi minuti assicurati di coprire la tazza così che tutti gli aromi non si disperdano nell’aria e non lasciare le erbe nell’acqua più dell’intervallo consigliato, altrimenti il sapore diventerà amaro;
Dolcifica a piacere con zucchero, miele o stevia.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *