Materassi a molle insacchettate e molle tradizionali, quali sono le differenze?

Sai la novità? È nato Mojito, il materasso che placherà la tua sete di riposo! Solo 299€ per il matrimoniale con 100 Notti di Prova e Garanzia 15 anni. ACQUISTA ORA

materassi-molle-insacchettate

Materassi a molle insacchettate e molle tradizionali, quali sono le differenze?

Senti spesso parlare di materassi a molle insacchettate, molle tradizionali, molle indipendenti, ma non ti è chiaro quali caratteristiche e differenze esistano tra loro? Non preoccuparti, te lo spieghiamo noi in questo breve articolo.

Anche per te, che sei un amante della tradizione, è arrivato il momento di cambiare il tuo materasso? Senti parlare di molti nuovi materiali, ma questi non ti convincono affatto perché il tuo desiderio più grande è quello di continuare a dormire su un materasso a molle? Non temere, sei in buona compagnia, disfarsi del materasso, che per anni ci ha accompagnato comodamente tra le braccia di Morfeo, non è per niente facile; fortunatamente però, trovarne uno molto simile o addirittura migliore è possibile, ci sono moltissimi materassi a molle che fanno al caso tuo.

Per aiutarti a fare la scelta giusta ti elencheremo le qualità e le differenze tra le differenti tipologie di materassi a molle.

Pro e contro del materasso a molle

Iniziamo con il descrivere il materasso più classico e persistente di tutti, quello con una grande esperienza alle spalle, che nonostante la vastissima concorrenza resta uno dei preferiti e amati di sempre: il materasso a molle tradizionali.

Questo materasso è composto da molle a forma di clessidra, ovvero più larghe agli estremi e centralmente più strette, queste sono unite tutte tra loro mediante piccole spirali in filo d’acciaio.

Grazie a questa struttura ogni singola molla può molleggiare verticalmente. Se da una parte questo tipo di confezionamento consente alle molle di lavorare insieme rendendo il materasso molto resistente e sostenuto, dall’altra ne limita fortemente l’indipendenza di movimento. Le sollecitazioni effettuate in un punto specifico della superficie infatti, vengono meccanicamente percepite anche dalle molle vicine.

Questa tipologia di materasso risponde sicuramente ad un’esigenza di riposo tradizionale, di chi preferisce dormire su un piano rigido e compatto. Il punto di forza di questo materasso è senza dubbio la solidità e la resistenza nel tempo, al contrario il suo punto debole è la poca indipendenza, ovvero il frequente e costante trasferimento di sollecitazioni su tutta la superficie. In un letto matrimoniale, per esempio, i movimenti e le pressioni effettuate su di esso da una persona, verranno percepite frequentemente anche nell’altra parte del letto.

Caratteristiche del materasso a molle insacchettate

I materassi a molle insacchettate o chiamati anche materassi a molle indipendenti, possono essere considerati l’evoluzione tecnica del materasso a molle tradizionali. La struttura interna di questo materasso è composta da un numero differente di molle (800, 1600), ognuna delle quali viene racchiusa singolarmente in sacchettini di stoffa che le uniscono una all’altra lasciandole comunque indipendenti.

In questo caso, il molleggio è molto differente da quello dato da molle tradizionali, infatti, essendo indipendenti l’una dall’altra, queste riescono a muoversi liberamente risolvendo un grande limite del materasso tradizionale. Riposare sopra ad un materasso a molle insacchettate quindi, terrà lontano i cigolii e le fastidiose pressioni causate dal movimento del partner.

Differenza tra un materasso a molle insacchettate e non

La differenza principale tra un materasso a molle insacchettate e uno a molle tradizionale, va proprio ricercata nelle differenti tipologie di molleggio delle superfici.

Se il materasso a molle tradizionali è caratterizzato da un movimento unico e complessivo delle molle che agiscono tutte insieme, le molle insacchettate lavorano separatamente creando delle zone di portanza distinte, questo tipo di conseguenza consente al materasso di sostenere adeguatamente le diverse zone del corpo, distribuendone in maniera precisa il peso.

Queste tipologie di molle infatti, permettono di sostenere in modo differenziato il nostro corpo nelle 7 regioni di portanza principali (zona testa, zona spalle, zona fianchi, zona bacino, zona gambe, zona polpacci, zona piedi) rispondendo in questo modo alle differenti esigenze di confort.

Preferire un materasso a molle insacchettate o tradizionale?

Rispondere precisamente a questa domanda non è semplice, perché le caratteristiche e le esigenze di ognuno di noi sono differenti tra di loro. Quando ci troviamo a scegliere il materasso dei nostri sogni, sicuramente scendono in campo molteplici fattori; se stai pensando di scegliere un materasso a molle insacchettate ricordati in generale che questa tipologia di materassi è sicuramente più adatta alle persone che:

  • amano dormire su una superficie rigida;
  • soffrono particolarmente di mal di schiena posturale;
  • sono in sovrappeso;
  • hanno problemi di mobilità;
  • soffrono di sudorazione notturna, infatti questa tipologia di materasso è molto traspirante e rimane più asciutto delle altre.
  • A questi punti non ti resta che l’imbarazzo della scelta!

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *