La scelta del cuscino migliore per dormire bene

DOPPI SALDI fino al 28 marzo! SCONTO 50% sul prezzo di listino + 40% di EXTRA SCONTO su tutti i PRODOTTI, applicando il codice coupon PRIMAVERA in fase di acquisto.

Non perderti i nostri prodotti in super offerta: Materasso 3 Strati Sweet Armony, Materasso 3 Strati Memory, Materasso 1600 Molle indipendenti e Memory e Materasso 800 Molle indipendenti e Memory scontati oltre il 60%!

(Le promozioni Non sono cumulabili con i codici sconto)

guida alla scelta del cuscino

La scelta del cuscino migliore per dormire bene

A volte dormire bene è una questione…di testa! Scegliere il cuscino giusto per il proprio modo di dormire è importante, perchè può fare la differenza tra riposo e stanchezza.

La forma del cuscino, ortocervicale o saponetta?

Il cuscino negli anni si è evoluto secondo gli studi di anatomia e ergonomia svolti sul modo di dormire delle persone. In questo modo, oltre al normale cuscino saponetta, è nato il cuscino ortocervicale, pensato per seguire le forme del collo durante il riposo.
Mentre il cuscino saponetta mantiene la forma utilizzata da sempre, cioè rettangolare, con il punto più alto al centro e rastremato verso gli angoli, il cuscino ortocervicale è formato da due semicilindri separati da una depressione al centro, che mantiene una forma regolare per tutta la sua larghezza. Entrambi possono essere lavorati da materiali soffici che mantengano però la forma, solitamente lattice e memory foam.

Le caratteristiche del cuscino ortocervicale

Come abbiamo detto prima, il cuscino ortocervicale nasce dagli studi effettuati sull’ergonomia del corpo umano durante il riposo. Per riuscire ad offrire un riposo adeguato e dormire meglio, sono stati sviluppati dei cuscini che si adeguano alla forma del collo, della teste e delle spalle di chi dorme. Un cuscino ortocervicale, infatti, per via della sua specifica conformazione, segue idealmente le forme naturali del corpo, permettendo all’apparato muscolo-scheletrico di alleviare le tensioni grazie al sostegno del cuscino stesso.
Sebbene il cuscino ortocervicale non possa essere usato da chi dorme a pancia in giù, è efficace nel migliorare il comfort durante il sonno di chi dorme supino o sdraiato su un fianco. L’accortezza nell’utilizzo di cuscini ortocervicali è di posizionare la testa nella parte concava, permettendo alle parti convesse di alleviare il carico sulla colonna vertebrale.

Il cuscino saponetta, caratteristiche e vantaggi

La forma più classica del cuscino è sicuramente quella a saponetta. Rettangolare, con una forma regolare, il cuscino saponetta è lo standard tra i cuscini che possono essere acquistati. Nonostante non sia specificamente studiato per seguire le linee del corpo umano, la sua semplicità lo rende estremamente versatile, permettendo a una vasta gamma di persone di trovare una posizione comoda per il loro riposo.
Comodo anche per chi dorme a pancia in giù, il cuscino saponetta è disponibile spesso in varie dimensioni, dato che l’altezza dello stesso può influire sulla sensazione di benessere di chi dorme. Un aspetto da considerare, quindi, quando si acquista un cuscino saponetta non è solo il materiale, ma anche l’altezza del cuscino stesso, in quanto un cuscino troppo basso potrebbe causare a qualcuno problemi di apnee notturne, mentre uno troppo alto potrebbe risultare scomodo per chi soffre di infiammazioni o dolori all’area cervicale.

La scelta del materiale: memory foam o lattice?

La scelfa finale del cuscino ricade sul tipo di materiale. Che scegliate dei cuscini ortocervicali o dei cuscini saponetta, in entrambi i casi potrete scegliere tra cuscini in lattice sintentico o memory foam. Entrambi hanno ovviamente i loro vantaggi e la scelta ricade sulle proprie preferenze personali.
Il cuscino in lattice sintetico possiede un grande vantaggio rispetto a quello naturale, potendo comunque mantenere caratteristiche tecniche analoghe. Il lattice sintetico, infatti, non avendo proteine derivate dal lattice natuale, è anallergico e sicuro anche per chi possiede un’allergia al lattice. Il lattice è un materiale perfetto per realizzare un cuscino, perchè è traspirante e resiliente, ma anche capace di adattarsi alle posizioni utilizzate per dormire.
Scegliere il memory foam per un cuscino è una scelta ugualmente corretta, ma per motivi diversi. Il memory foam, infatti, oltre ad esse più soffice del lattice, si adatta con il calore del corpo alle forme naturali del collo, amplificando la sensazione di accoglienza del cuscino durante il sonno e dando una sensazione di morbidezza unica.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *